Outlook secondo trimestre 2020: navigare nell’occhio del ciclone

 

L’economia globale sta entrando nel cuore della tempesta e gli investitori devono aspettarsi un momento molto difficile prima che le cose migliorino nella seconda metà dell’anno, con la ripresa dell’economia cinese. Prevediamo che l’economia globale entri in una recessione evidente nel secondo trimestre per uscirne alla fine dell’anno. Le prospettive per il secondo trimestre sono difficili, in quanto stiamo attraversando una crisi che non si è mai vista sin dalla Seconda guerra mondiale.

Il virus Covid-19 si è diffuso dalla Cina al resto del mondo, e le autorità stanno facendo del loro meglio per contenerlo adottando misure drastiche, come ad esempio il coprifuoco forzato. In alcuni paesi, come l’Italia, il sistema sanitario è in difficolà. Con la chiusura della maggior parte dei negozi, le aziende che hanno un modello di business tradizionale stanno subendo un colpo molto duro, così come le fabbriche; mentre il settore dei servizi, molto più esteso, può lavorare in gran parte da casa. I consumatori ora ordinano da casa anche quando non lo avevano mai fatto prima.

Di fronte a questo shock, ci aspettiamo che molte aziende licenzino parzialmente o totalmente la loro manodopera, determinando un forte aumento della disoccupazione dall’Europa agli Stati Uniti. Tutto ciò, combinato con un prezzo del petrolio molto più basso, determina una forte pressione deflazionistica, in particolare negli Stati Uniti dove alcuni settori come l’IT hanno margini di profitto molto elevati.

Di conseguenza molte banche centrali, dalla Fed alla BCE, saranno in grado di mantenere un orientamento di politica monetaria molto accomodante, data la situazione stagnante. Ciò significa che il quantitative easing e il credit easing saranno probabilmente amplificati nei prossimi trimestri. In particolare, ci aspettiamo che la Fed e la BCE agiscano come intermediari del credito per le società piccole e molto piccole, condividendo il rischio con le banche, come ha appena fatto la Fed. Così facendo, l’economia, favorita anche da politiche fiscali più espansive, si stabilizzerà in una grave recessione; ma via via che il virus scompare grazie alle misure restrittive, dovremmo assistere a una graduale ripresa della crescita, trainata dalla Cina. In primo luogo, la domanda dei consumatori dovrebbe risollevarsi dopo settimane di confinamento, seguita dalla consapevolezza che ci aspettano ancora tempi difficili. Le banche delle economie sviluppate sono entrate in questa crisi con basi solide; in particolare le banche nordiche che rappresentano dei rifugi sicuri.

Il secondo trimestre dovrebbe essere molto difficile, ma le cose dovrebbero migliorare sempre di più man mano che ci avviciniamo alla fine dell’anno. Di fronte a tale contesto, è probabile che le soluzioni a reddito fisso e a reddito fisso flessibile svolgano un ruolo significativo nell’asset allocation come rifugi sicuri e strumenti in grado di fornire profili di rischio/rendimento migliori. In questo momento è improbabile che la duration possa essere di grande aiuto, mentre l’assunzione di credito investment grade potrebbe servire. Da molto tempo siamo sostenitori del mercato dei covered bond, visto il suo profilo ultra-sicuro, che continua ad essere sostenuto dagli acquisti della BCE. Gli investitori devono tenere a mente che, in un’epoca di elevata volatilità, la capacità dei gestori di portafoglio svolge un ruolo importante in quanto sono in grado di gestire la crisi. Un esempio tipico sono i fondi obbligazionari dei mercati emergenti, che hanno registrato performance molto diverse durante la crisi a seconda del gestore del portafoglio. Le soluzioni flessibili sono un altro strumento efficace per stabilizzare un portafoglio in un mercato volatile.

Siamo agli inizi di una crisi storica. Quando gli elevati livelli di paura inizieranno a ridursi, la volatilità dei mercati azionari dovrebbe diminuire, portando probabilmente  qualche rialzo mentre il mercato punta su vari pacchetti di salvataggio. In un contesto così volatile, preferiamo gli immobili quotati e le infrastrutture quotate, che offrono un profilo resiliente al ribasso pur potendo partecipare ai rialzi.

—fine—

Nota: questa è una visione macro di NAM, non è la visione ufficiale di Nordea.

Nordea Asset Management

Nordea Asset Management (NAM, AuM 235 miliardi di EUR*), è l’unità di gestione del risparmio del Gruppo Nordea, il maggior istituto finanziario della regione nordica con 324 miliardi di EUR* di masse gestite. NAM offre agli investitori europei e internazionali un’ampia gamma di fondi d’investimento attraverso un’estesa rete di intermediari, tra cui banche, asset manager, consulenti finanziari indipendenti e compagnie di assicurazione.

Nordea Asset Management è presente con team locali con sede a Bonn, Bruxelles, Copenaghen, Francoforte, Helsinki, Londra, Lussemburgo, Madrid, Milano, New York, Oslo, Parigi, Santiago de Chile, Singapore, Stoccolma, Vienna e Zurigo. Questa presenza locale è volta a garantire accessibilità e un elevato livello di servizi alla clientela internazionale.

Il successo di Nordea è fondato su un approccio multi-boutique sostenibile e unico che combina l’esperienza di boutique interne specializzate con competenze esclusive esterne che ci permettono di generare alfa in modo stabile a beneficio dei nostri clienti. Le soluzioni di investimento di NAM coprono tutte le asset class dal segmento fixed income e azionario a quello multi asset, e gestiscono sia soluzioni locali sia soluzioni con focus su Europa, USA, mercati emergenti e globali.

*Fonte: Nordea Investment Funds, S.A., 31.12.2019

Nordea Asset Management è il nome funzionale delle attività di asset management svolte dalle persone giuridiche, Nordea Investment Funds S.A. e Nordea Investment Management AB (“Entità Legali”) e le loro filiali, società controllate e succursale. Il presente documento ha lo scopo di fornire al lettore informazioni su specifiche capacità di Nordea. Il presente documento (ed eventuali pareri o opinioni ivi contenute) non costituisce una consulenza d’investimento e non costituisce una raccomandazione all’investimento in particolari prodotti, strumenti o strutture d’investimento, all’apertura o alla chiusura di qualsivoglia operazione o alla partecipazione a una particolare strategia di trading. Questo documento non costituisce un’offerta né una sollecitazione di un’offerta ad acquistare o vendere titoli o strumenti o a partecipare a tale strategia di trading. Eventuali offerte di questo tipo possono essere effettuate esclusivamente mediante un Memorandum di offerta o un analogo accordo contrattuale. Ne consegue che le informazioni qui contenute saranno sostituite nella loro interezza da tale Memorandum di offerta o accordo contrattuale nella sua forma definitiva. Qualsiasi decisione di investimento dovrebbe pertanto essere effettuata unicamente sulla base della documentazione legale definitiva, che include, senza limitazioni e ove applicabile, il Memorandum di offerta, l’accordo contrattuale, l’eventuale prospetto informativo pertinente e l’ultimo Documento di Informazioni chiave per gli investitori (ove applicabile) relativo all’investimento. L’adeguatezza di un investimento o di una strategia dipenderà dalle condizioni e dagli obiettivi dell’investitore. Nordea Investment Management raccomanda agli investitori di valutare in maniera indipendente i singoli investimenti e le strategie e inoltre incoraggia gli investitori a chiedere il parere di consulenti finanziari indipendenti, qualora lo ritengano necessario. Eventuali prodotti, titoli, strumenti o strategie menzionate nel presente documento potrebbero non applicarsi a tutti gli investitori. Le informazioni contenute nel presente documento provengono da svariate fonti. Sebbene le presenti informazioni siano considerate esatte, non è possibile rilasciare alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro assoluta accuratezza o completezza e gli investitori possono utilizzare altre fonti in modo da operare una scelta d’investimento informata. Le controparti o gli investitori potenziali sono invitati a rivolgersi al/ai proprio/i consulente/i professionale/i in materia fiscale, legale, contabile e di altro tipo per conoscere le possibili conseguenze di un dato investimento, inclusi i suoi possibili rischi e benefici. Le controparti o gli investitori potenziali dovrebbero inoltre comprendere appieno la natura dell’eventuale investimento e accertarsi di aver effettuato una valutazione indipendente circa l’adeguatezza di tale investimento potenziale, esclusivamente sulla base delle proprie intenzioni e ambizioni. Gli investimenti in strumenti derivati e le operazioni in valuta estera possono essere soggetti a oscillazioni significative che possono influire sul valore degli investimenti stessi. Gli investimenti nei Mercati emergenti implicano un rischio più elevato. Il valore dell’investimento può variare in misura significativa e non può essere garantito. Gli investimenti in titoli di capitale e di debito emessi dalle banche rischiano di essere soggetti al meccanismo di bail-in, come previsto dalla Direttiva europea 2014/59/UE (ciò significa che i titoli di capitale e di debito potranno essere svalutati, assicurando perdite adeguate ai creditori non-garantiti dell’ente). Nordea Asset Management ha deciso di assorbire i costi di ricerca, pertanto tali costi saranno in futuro coperti dall’attuale struttura commissionale (commissioni di gestione e di amministrazione). Pubblicato e creato dalle Entità Legali appartenenti a Nordea Asset Management. Le Entità Legali sono debitamente riconosciute e controllate, rispettivamente, dall’Autorità di vigilanza finanziaria in Svezia e in Lussemburgo. Le filiali, le società controllate e succursale delle Entità Legali sono debitamente autorizzate e regolate dall’Autorità di vigilanza finanziaria locale nel rispettivo paese di domiciliazione. Fonte (salvo altrimenti specificato): Nordea Investment Funds, S.A. Se non diversamente indicato, tutti i punti di vista qui espressi sono quelli delle Entità Legali appartenenti a Nordea Asset Management e ad ogni filiale, società controllata e succursale delle Entità Legali. Il presente documento non può essere riprodotto o distribuito senza previa autorizzazione. Il riferimento a società o altri investimenti menzionati in questo documento ha carattere puramente illustrativo e non deve essere interpretato alla stregua di una raccomandazione all’acquisto o alla vendita degli stessi. Il livello di passività e benefici fiscali dipende dalle circostanze del singolo investitore e può essere soggetto a future modifiche. © Le Entità Legali appartenenti a Nordea Asset Management e ad ogni filiale, società controllata e/o succursale.

Follow our latest posts