Missione impossibile:

l’Italia mette in luce l’incapacità dei mercati di valutare il
populismo.

Per il 2019, il governo italiano ha annunciato un rapporto deficit/ PIL pari al -2.4%. Per dare un’idea
di grandezza, l’obiettivo del precedente governo era pari a -0,8%. Il nuovo governo ha chiaramente
stupito i mercati, i quali speravano che le forze moderate rappresentate dal ministro delle finanze
Tria (”l’uomo dei mercati”) riuscissero a spuntarla.

La Commissione Europea non è di certo felice della situazione e per la prima volta ha rifiutato una
manovra di questo tipo per incompatibilità con il Patto di Stabilità. L’Italia ha tre settimane per fare
delle modifiche ed è molto probabile che le discussioni relative al target “eccessivo” continuino. In
ogni caso, il governo italiano ha inviato un segnale importante mostrando di volere tener fede al suo
progetto originario. Altri governi populisti hanno dimostrato che mantenere la parola su alcune
questioni chiave è un atteggiamento che viene effettivamente premiato dall’opinione pubblica
(Ungheria, Stati Uniti), e ciò ha forse ispirato il governo italiano.

Noi crediamo vi siano tre punti essenziali che interessano gli investitori: in primo luogo, la bozza di
bilancio fa comprendere che le sofferenze imposte dai mercati tramite tassi più elevati dovranno
aggravarsi ancora prima che Roma arrivi ad accettare le richieste di Bruxelles in materia di prudenza
fiscale. Invece di potenziali trappole di valore all’interno di segmenti più rischiosi, noi preferiamo
scelte più sicure fra gli asset europei, ad esempio i covered bond.

In secondo luogo, dal punto di vista regionale, le azioni europee dovrebbero continuare a perdere
terreno rispetto a quelle americane. Oltre ai rischi politici, i nostri indicatori di crescita per l’area
dell’euro (AE) continuano a segnalare una tendenza ribassista (grafico a destra).
In terzo luogo, l’Italia mette in evidenza l’incapacità dei mercati di valutare il fenomeno globale
del populismo. Proprio per questo, piuttosto che scommettere su valutazioni percepite come
“convenienti” nelle aree interessate da iniziative populiste (Italia, mercati emergenti), preferiamo
rimanere flessibili e limitare la correlazione ai mercati generali. L’investimento in alternative liquide
resta la nostra opzione preferita per ottenere questi obiettivi.

Gli asset più scontati possono essere colpiti da ulteriori vendite: lo spread dell’Italia
si amplia ancora (grafico a sinistra). Rischi di ribasso per la crescita dell’area euro
(grafico a destra).

image

Nordea Asset Management

Nordea Asset Management (NAM, AuM 216,8 miliardi di EUR*), è l’unità di gestione del risparmio del Gruppo Nordea, il maggior istituto finanziario della regione nordica con 311,5 miliardi di EUR* di masse gestite. NAM offre agli investitori europei e internazionali un’ampia gamma di fondi d’investimento attraverso un’estesa rete di intermediari, tra cui banche, asset manager, consulenti finanziari indipendenti e compagnie di assicurazione.

Nordea Asset Management è presente con team locali con sede a Colonia, Copenaghen, Francoforte, Helsinki, Londra, Lussemburgo, Madrid, Milano, New York, Oslo, Parigi, San Paolo, Singapore, Stoccolma, Vienna e Zurigo. Questa presenza locale è volta a garantire accessibilità e un elevato livello di servizi alla clientela internazionale.

Il successo di Nordea è fondato su un approccio multi-boutique sostenibile e unico che combina l’esperienza di boutique interne specializzate con competenze esclusive esterne che ci permettono di generare alfa in modo stabile a beneficio dei nostri clienti. Le soluzioni di investimento di NAM coprono tutte le asset class dal segmento fixed income e azionario a quello multi asset, e gestiscono sia soluzioni locali sia soluzioni con focus su Europa, USA, mercati emergenti e globali.

 *Fonte: Nordea Investment Funds, S.A., 30.09.2018

Nordea Asset Management è il nome funzionale delle attività di asset management svolte dalle persone giuridiche, Nordea Investment Funds S.A. e Nordea Investment
Management AB (“Entità Legali”) e le loro filiali, società controllate e succursale. Il presente documento ha lo scopo di fornire al lettore informazioni su specifiche
capacità di Nordea. Il presente documento (ed eventuali pareri o opinioni ivi contenute) non costituisce una consulenza d’investimento e non costituisce una
raccomandazione all’investimento in particolari prodotti, strumenti o strutture d’investimento, all’apertura o alla chiusura di qualsivoglia operazione o alla partecipazione a
una particolare strategia di trading. Questo documento non costituisce un’offerta né una sollecitazione di un’offerta ad acquistare o vendere titoli o strumenti o a
partecipare a tale strategia di trading. Eventuali offerte di questo tipo possono essere effettuate esclusivamente mediante un Memorandum di offerta o un analogo
accordo contrattuale. Ne consegue che le informazioni qui contenute saranno sostituite nella loro interezza da tale Memorandum di offerta o accordo contrattuale nella
sua forma definitiva. Qualsiasi decisione di investimento dovrebbe pertanto essere effettuata unicamente sulla base della documentazione legale definitiva, che include,
senza limitazioni e ove applicabile, il Memorandum di offerta, l’accordo contrattuale, l’eventuale prospetto informativo pertinente e l’ultimo Documento di Informazioni
chiave per gli investitori (ove applicabile) relativo all’investimento. L’adeguatezza di un investimento o di una strategia dipenderà dalle condizioni e dagli obiettivi
dell’investitore. Nordea Investment Management raccomanda agli investitori di valutare in maniera indipendente i singoli investimenti e le strategie e inoltre incoraggia gli
investitori a chiedere il parere di consulenti finanziari indipendenti, qualora lo ritengano necessario. Eventuali prodotti, titoli, strumenti o strategie menzionate nel
presente documento potrebbero non applicarsi a tutti gli investitori. Le informazioni contenute nel presente documento provengono da svariate fonti. Sebbene le presenti
informazioni siano considerate esatte, non è possibile rilasciare alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro assoluta accuratezza o completezza e gli investitori
possono utilizzare altre fonti in modo da operare una scelta d’investimento informata. Le controparti o gli investitori potenziali sono invitati a rivolgersi al/ai proprio/i
consulente/i professionale/i in materia fiscale, legale, contabile e di altro tipo per conoscere le possibili conseguenze di un dato investimento, inclusi i suoi possibili rischi
e benefici. Le controparti o gli investitori potenziali dovrebbero inoltre comprendere appieno la natura dell’eventuale investimento e accertarsi di aver effettuato una
valutazione indipendente circa l’adeguatezza di tale investimento potenziale, esclusivamente sulla base delle proprie intenzioni e ambizioni. Gli investimenti in strumenti
derivati e le operazioni in valuta estera possono essere soggetti a oscillazioni significative che possono influire sul valore degli investimenti stessi. Gli investimenti nei
Mercati emergenti implicano un rischio più elevato. Il valore dell’investimento può variare in misura significativa e non può essere garantito. Gli investimenti
in titoli di capitale e di debito emessi dalle banche rischiano di essere soggetti al meccanismo di bail-in, come previsto dalla Direttiva europea 2014/59/UE
(ciò significa che i titoli di capitale e di debito potranno essere svalutati, assicurando perdite adeguate ai creditori non-garantiti dell’ente). Nordea Asset
Management ha deciso di assorbire i costi di ricerca, pertanto tali costi saranno in futuro coperti dall’attuale struttura commissionale (commissioni di gestione e di
amministrazione). Pubblicato e creato dalle Entità Legali appartenenti a Nordea Asset Management. Le Entità Legali sono debitamente riconosciute e controllate,
rispettivamente, dall’Autorità di vigilanza finanziaria in Svezia, in Finlandia e in Lussemburgo. Le filiali, le società controllate e succursale delle Entità Legali sono
debitamente autorizzate e regolate dall’Autorità di vigilanza finanziaria locale nel rispettivo paese di domiciliazione. Fonte (salvo altrimenti specificato): Nordea
Investment Funds, S.A. Se non diversamente indicato, tutti i punti di vista qui espressi sono quelli delle Entità Legali appartenenti a Nordea Asset Management e ad
ogni filiale, società controllata e succursale delle Entità Legali. Il presente documento non può essere riprodotto o distribuito senza previa autorizzazione. Il riferimento a
società o altri investimenti menzionati in questo documento ha carattere puramente illustrativo e non deve essere interpretato alla stregua di una raccomandazione
all’acquisto o alla vendita degli stessi. Il livello di passività e benefici fiscali dipende dalle circostanze del singolo investitore e può essere soggetto a future modifiche. ©
Le Entità Legali appartenenti a Nordea Asset Management e ad ogni filiale, società controllata e/o succursale.

Follow our latest posts

@Nordea Asset Management

"China's slowdown is expected to turn around in one or two quarters", comments NAM's Senior Macro Strategist, Sebastien Galy, Ph.D.

View now
@Nordea Asset Management

We are delighted to participate in the Swiss Finance Fair, Finanz´19, next week! NAM’s Hilde Jenssen, CFA will be contributing to the Panel discussion: ”How can sustainability approaches be integrated into the investment process?“ on Wednesday 23.1.

View now
3 weeks ago

2019 Outlook: A Year of Convergence

Watch now
3 weeks ago

Returns and Responsibility. It's in our Nordic DNA.

Watch now